Acuarela, il Blog

Segundo día

Scritto da: irene

Questo utente ha pubblicato 18 articoli.

La seconda puntata di Acuarela: los derechos humanos a todo color è andata in onda nel quartiere della Pintana il 26 marzo. Sembrava tutto ben organizzato: Leo avrebbe contattato la persona da intervistare e io mi sarei rilassata mentalmente, esonerata da ogni responsabilità...

Cammino per le strade della Pintana con la mia amica Kristel, arrivata qualche giorno prima da Utrecht per conoscere la comunità palestinese di Santiago, che sembra essere la più grande del Sud America (nonostante i pareri discordanti in merito). Incontriamo Leo che mi annuncia la realtà dei fatti: non ci sono persone disponibili per la intervista e ormai è troppo tardi per contattare qualcuno. Lancio a Kristel uno sguardo disperato... Lei mi dice che non parla spagnolo, ma le rispondo che io posso tradurre... Chiaramente in casi estremi l'istinto di sopravvivenza fa promettere l'impossibile come per esempio tradurre da inglese a spagnolo in diretta radio... L'idea però risulta entusiasmare il gruppo. Il programma parte con Leo e Ninoska che temporeggiano mentre io e Brayan cerchiamo d'organizzare l'intervista. Il risultato è imbarazzante, siamo tutti un po' nervosi, specialmente Connie che per la prima volta si trova di fronte ai microfoni di Radio Siglo XXI.

Alla fine riusciamo comunque a parlare di un tema importante: la Palestina; dal lavoro degli attivisti internazionali come Kristel, all'importanza di maggiore informazione, di come non si sappia niente della vita delle persone che subiscono il conflitto e l'occupazione militare e di come un contesto simile venga vissuto dai minori. Forse non è facile per i ragazzi della Pintana, che già vivono una realtà problematica e troppo spesso violenta, capire che esistono situazioni ben peggiori, dove i diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti non vengono violati per impossibilità o incapacità, ma per una volontà cieca di oppressione. Alla fine della trasmissione un piccolo seme è stato piantato. Ora Ninoska, Connie, Brayan e tutte le persone in ascolto sanno che esiste un posto che si chiama Palestina e che c'è chi attraversa il mondo per raccontarlo.

Ninoska, Kristel

Leo , Ninoska, Irene

Leo, Connie, Don Evaristo

Leo, Ninoska

Ninoska, Kristel