Acuarela, il Blog

Cronaca di una morte annunciata...

Scritto da: Alessandro Lodi

Questo utente ha pubblicato 30 articoli.

Lo scorso 8 dicembre un incendio ha causato la morte di 81 detenuti nell’Istituto Penitenziario di San Miguel a Santiago del Cile.

Apparentemente questa tragedia ha portato alla luce le precarie condizioni di vita all’interno delle carceri cilene, cosí come i gravi problemi di sovrappopolazione e la scarsa presenza di personale penitenziario.
In realtá la situazione é ben diversa.
Da anni esiste una amplia e solida documentazione sulle condizioni disumane dei penitenziari cileni.
Per fare solo alcuni esempi:

Purtroppo, facilmente ci dimentichiamo che le persone private della libertá non sono cittadini di serie B, spesso sono loro stessi vittime di un sistema ingiusto che li “costringe” a violare la legge.

I detenuti cileni, come dimostrano i report pubblicati da varie istituzioni, non sono solo vittime di torture e maltrattamenti, ma soprattutto soffrono dell’indifferenza e dei pregiudizi della gente.

Per approfondire il tema e per dare voce ai carcerati cileni ascolta la nostra trasmissione di questa settimana e leggi il bollettino informativo “Más allá de tu nariz” del mese di Dicembre elaborato dal Servicio Justicia y Paz dell’associazione Papa Giovanni XXIII in Cile che puoi scaricare a questo link:

http://www.odcpace.org/index.php?option=com_content&view=article&id=395&Itemid=255