Acuarela, il Blog

Muoviamoci per una cultura integrale di diritto dei bambini, bambine e adolescenti

Scritto da: Guerra

Questo utente ha pubblicato 30 articoli.

 

Nella trasmissione in onda questa settimana ad accompagnarmi c’é Brenda, partecipante storica dell’Acuarela e una delle portavoci del progetto.
In particolare Brenda in questa trasmissione é venuta a presentarci la “Proposta della societá civile per una legge di Protezione integrale dei giovani e adolescenti”. Proposta di legge che il 16 agosto 2011 é stata presentata alla Camera dei Deputati cilena dalla stessa Brenda assieme ad altri ragazzi partecipanti, a livello nazionale, ad altri progetti simili all’Acuarela.
Questa proposta di legge é stata scritta direttamente dai ragazzi che sono stati riuniti all’interno della Rete “Muovimoci per una cultura integrale di diritto dei bambini, bambine e adolescenti che vivono in Chile”, rete della quale, a livello nazionale, fanno parte piú di 300 associazioni che operano nel campo dei diritti dell’infanzia.
 
 
L’obbiettivo primario di questa rete é quello di porre le basi per una Politica Integrale dell’infanzia e dell’adolescenza che promuova e garantizi le condizioni urgenti e necessarie che permettano ai bambini ed ai giovani di essere parte rilevante della democrazia, della giustizia e della solidarietá.
Arrivare a portare alla Camera dei Deputati una legge sulla protezione dell’infanzia scritta direttamente dai ragazzi ritengo sia un gran risultato costato 3 anni di lavoro ma che ha portato i suoi frutti.
In particolare perché nell’incontrarsi, nell’analizzare e nel condividere le esperienze i ragazzi hanno appreso non solo a scrivere una legge, ma, forse piú importante, che con impegno si puó arrivare a qualsiasi risultato. Hanno capito che la loro voce deve essere ascoltata senza nessun pregiudizio ne di eta ne di estrazione sociale e che i diritti si devono conquistare con l’impegno.
 

 

 

E sul punto dell’impegno voglio sottolineare come i ragazzi nello scrivere le richieste al governo abbiano posto, nello stesso documento, le cose che ogni singolo ragazzo si impegnava a rispettare (come per esempio: si richiede che l’educazione sia gratuita e di qualitá ed i ragazzi si impegnano a studiare ed ad aver rispetto per gli insegnati e le strutture scolastiche). Questo tipo di impegno lo incotro meraviglioso e credo dovrebbe essere preso ad esempio da noi adulti.

Per maggiori informazioni vi rimando al blog http://movilizandonos.wordpress.com

Buon ascolto