Ponti Live

Scritto da: Norum

Questo utente ha pubblicato 55 articoli.
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO STORICO

Woodstock nacque grazie all’intuizione di quattro giovani organizzatori: John Roberts, Joel Rosenman, Artie Kornfeld e Mike Lang, che in realtà Quasi per caso finirono col realizzare il più grande festival musicale della storia! Negli intenti del gruppo infatti, gli spettatori attesi per l’evento dovevano essere al massimo 50.000…

I problemi in cui incorsero però furono parecchi, a partire dall’ordinanza cittadina della location prescelta, che vietò categoricamente la realizzazione del festival, proprio poco tempo prima della data prefissata.

Il festival di Woodstock fu trasferito in extremis quindi nella cittadina di Bethel, nei campi di un provvidenziale agricoltore che si rese disponibile ad affittare i terreni. Montato il palco alla meglio, non si fece in tempo a realizzare anche le altre strutture necessarie. Niente recinzioni per controlli e quindi l’ammissione obbligata di una tre-giorni di musica gratuita.

La voce si sparse velocemente fra i giovani di mezza America, dato anche il richiamo dei grandi nomi di musicisti in scaletta, e 500.000 persone si misero in viaggio verso Bethel, bloccando completamente il traffico della zona. Macchine abbandonate in strada e campeggi improvvisati in ogni angolo, costrinsero i musicisti ad arrivare in elicottero per poter raggiungere il palco!

L’enorme massa che si riversò a Woodstock era decisamente troppo grande affinché i servizi fossero adeguati…
Sarebbe potuto dunque essere un totale disastro, sia logistico che di ordine pubblico, ai limiti della legalità. Tuttavia quei 3 (o meglio 4) giorni di musica trascorsero quasi senza incidenti, dimostrazione che ci si poteva davvero ispirare a certi ideali per poter mantenere una convivenza adeguata, anche in condizioni poco agevoli come quelle!