Paziente Speciale: Steven Tyler

Scritto da: Van

Questo utente ha pubblicato 83 articoli.
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
latte-steventyler.jpgApprezzo la scienza e quasi tutto quello che la riguarda; probabilmente
mai mi sarei aspettato di poter vedere un operazione in diretta televisiva.
La cosa non è recente, sto infatti parlando dell'anno 2006, e con un paziente forse d'eccezione: Steven Tyler, cantante e frontman degli "Aerosmith".
La notizia di questa sua operazione ha fatto il giro del web, è comparsa sui giornali e  in ogni possibile strumento di comunicazione attraverso il quale potesse essere divulgata.
Non vi ho però ancora detto qual'era la diagnosi: si trattava di una vasta rottura dei vasi sanguigni attorno alle corde vocali; un problema che un cantante del suo calibro spererebbe di non avere mai , dato che il rischio può essere alto! Alcuni articoli che ho letto hanno gonfiato la notizia dicendo addirittura che potesse avere un cancro, che poteva essere dovuto all'uso di droga, di cui anni addietro Tyler e compagni facevano allegramente uso.
Questo intervento ha fatto si che 3 date del tour che avevano già iniziato, venissero cancellate. 
L' operazione è stata fatta mostrata un pò in tutto il mondo, finendo infine sulla RAI nel documentario "Quark" condotto da Piero Angela.
Le immagini che ho visto erano quasi buffe; con l'obiettivo di una telecamera sono entrati nella bocca di Tyler mostrando le condizioni della sua gola. Al primo impatto posso dire di essere rimasto molto impressionato dalla grandezza della sua bocca; fonti certe dicono che queste siano le sue reali dimensioni:
11. 5 cm di altezza per 7 cm di larghezza.
Provate per lo meno ad immaginarvi l'obiettivo che entra in questa "fossa", non è di certo uno spettacolo bello da vedere, però la scienza ci vuole far capire quanto possano essere delicate le corde vocali, anche per chi sa come usare e dosare il loro uso, a questi grandi livelli. L'intervento è stato eseguito, comunque, in poco tempo; con una sondina laser sono andati a sigillare e a risanare ogni singolo vaso sanguigno rotto.
In seguito sono stati dati a Tyler 3 mesi di riabilitazione, che sono stati più che sufficienti per far tornare sul palco a cantare a pieni polmoni e con le corde vocali messe a nuovo,  la stella degli "Aerosmith".