Outlet: i've never seen such funny place!

Scritto da: marc

Questo utente ha pubblicato 165 articoli.

images.jpg

Spiegatemi come funziona il fenomeno degli outlet. No, perchè non ho capito bene. Intere, enormi aree (tutte uguali) edificate con casette multicolore, viali ciottolati stile vecchio '900, altoparlanti che starnazzano musica (?) per tutto il giorno e fontanelle che più kitsch non si può. Tutto molto posticcio.

 

A distanza di cinquanta km da dove abito hanno già aperto due villaggi fantasma in meno di un anno e mezzo. Veri e propri colossi nel deserto fatti solo di negozi. Certo, sono comodi. Uno parcheggia e trova tutto ciò che cerca, tutto rigorosamente di marca: dalle scarpe al vestito, dagli articoli per la casa all'agenzia di viaggi, il tutto senza sbattersi troppo. La trovata, (ripeto) da come l'ho capita io, non è neanche stupida: il negozio di alta moda in centro - e inaccessibile ai più - ha delle rimanenze, arriva il periodo dei saldi (del 10,20,50,70%), la gente accorre, ma, come spesso accade, rimane invenduta una certa quantità di capi i quali andranno a costituire il classico fondo di magazzino. il negozio della marca x ha tot merce invenduta e quello y un altro tot: con gli anni si accumulano le partite e la concorrenza cinese si fa, parallelamente, sempre più soffocante e agguerrita. La merce, anche se di una stagione passata, tutto sommato è di buona qualità (non sempre però): in qualche modo deve pur essere smaltita, no? ecco che qui entra in gioco l'outlet, come l'asso pigliatutto. Qui i prezzi sono per forza abbastanza allettanti, ma spesso più elevati di quelli che posso trovare durante i saldi nel negozio in centro. e poi...io me ne frego se quella maglietta appartiene alla collezione primavera-estate 2002 invece che 2004, però credo che tu non debba farmela pagare come se fosse della passata stagione.