MAHAVATAR - Go with the no!

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1537 articoli.

2005 (Cruz del Sur Music/Audioglobe)

…Un’energia che non ha bisogno di nulla se non di se stessa per sopravvivere…Immortalità fisica e spirituale… Questi sono i Mahavatar, band proveniente da New York, ultima creatura messa sotto contratto dalla lungimirante Cruz del Sur Music di Roma, dopo gli ottimi lavori di Ensoph e Lifend. Prima particolarità che balza all’occhio di questa band è che è costituita da 2 signore, la chitarrista Karla Williams d’origine giamaicana (si avete letto bene, la patria di Bob Marley) e l’altra, la cantante Lizza Hayson, israeliana, supportate ottimamente da tre sessionisti. Le due girls, animate dal desiderio di libertà e d’esplorazione della mente attraverso la musica, hanno partorito cosi questo album dallo strano titolo e di difficile assimilazione. Album che riesce sapientemente a coniugare, in una commistione di stili ed emozioni, i più diversi generi musicali, riuscendo nell’intento di catturare l’attenzione anche di chi non ama il metal. Gothic, punk, hardcore, dark, jazz, doom e stoner metal si fondono in “Go with the no!” attraverso lo scorrere di un sound oscuro, melodico e tribale sorretto dalle pesanti e malinconiche chitarre di Karla e accompagnato dall’ipnotizzante voce di Lizza (che presenta una voce accostabile alla nostra Cadaveria,). I Mahavatar sono bravi a spingerci sul bordo del precipizio con le loro musiche psichedeliche e poi a trascinarci giù, nei meandri dell’inferno per poi riuscirne con le sue selvagge e melodiche suggestioni in un caleidoscopio di emozioni. Bellissima l’ultima e introspettiva “The time has come” con il suo ipnotico incedere, quasi a voler scandire i secondi che ci restano da vivere. Lasciate aperta la porta del vostro cuore e i Mahavatar riusciranno a toccarvi l’anima. La rivoluzione è appena iniziata… (SF)

Voto: 75