DARKTHRONE - Too Old, Too Cold

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1268 articoli.

Peaceville Records, 2006

 

 A. D. 2006: la fiamma nera di Fenriz e Nocturno Culto continua a brillare nel firmamento del black metal, pur proponendo, come sempre, nulla di nuovo. Se si deve fare un complimento alla band norvegese è proprio quello di aver mantenuto una coerenza di fondo nel loro bagaglio musicale, senza aver mai tradito i propri intransigenti fans. Sta però proprio qui, per quanto mi riguarda, nella staticità artistica del duo scandinavo, il loro limite maggiore per cui non ho mai apprezzato le gesta di questi ragazzi. Andiamo comunque a dare un ascolto a questo nuovo breve capitolo della saga "darkthroniana": "Too Old Too Cold" è un Ep di 4 pezzi, per una durata di circa 13 minuti, dove i 2 classici minimalisti riff di Nocturno Culto, s'intrecciano con i suoni grezzi e sporchi della batteria di Fenriz e con le vocals strazianti che s'instaurano sul tappeto old style creato dai due loschi figuri. Insomma, nulla di nuovo sotto il sole: il sound gretto e primitivo dell'act norvegese sarà una gioia per i fans della band che non potranno fare a meno di questo primo Mcd, in attesa dell'uscita di "The Cult is Alive", sequel dell'ottimo "Ravishing Grimness". Interessante la presenza della cover dei Siouxie And The Banshees "Love In A Void", terza traccia di questo piccolo blasfemo lavoro, in cui Nocturno canta in modo epico ricordando non poco gli Isengard di "Vinterskugge". Da segnalare inoltre la partecipazione di Grutle degli Enslaved, come ospite in "High on cold war", concentrato di furioso black punk rock'n roll oriented, song che tra l'altro contiene addirittura un assolo!!! Segno che i tempi stiano cambiando e che i Darkthrone stiano maturando? Chi lo sa, lo capiremo soltanto dall'ascolto del nuovo Cd targato Darkthrone, quindi rimanete pure sintonizzati...

 

VOTO: 70