REVENANT - Chaos Paradox

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: GodTech

Questo utente ha pubblicato 89 articoli.

Self/Beyond Prod, 2001

Completamente autoprodotto e distribuito da Beyond Prod., esce in questo 2001 'Chaos Paradox', miniCD dei genovesi REVENANT. La band ligure si era già fatta apprezzare in passato per l'omonimo demo-tape del '97 e per il promo-CD 'Juliette' del'99 di cui ricordo 'Beyond The Tower Of Redemption', un brano molto valido che mi aveva seriamente colpito. Il mini in questione consta di quattro pezzi: le nuove 'Monoduplicity' e 'Antropocentric' e altri due brani già pubblicati nei lavori precedenti e riarrangiati in una versione inedita ('A Walk In The Autumn's Gloryside' e 'La Cute Del Male'). Cosa propongono i REVENANT? Difficili da catalogare... sicuramente il punto di partenza va individuato nel death metal ma i ritmi non sono mai troppo sostenuti. Il riffing di chitarra è imprevedibile e assieme alla sezione ritmica crea dei labirinti intricati che disorientano un po' ma che hanno il pregio di essere anni luce distanti da banalità e facili cliché. La voce è più accostabile alle tipiche screams del black ma in alcuni punti si fa "malata" e teatrale, risultando convincente soprattutto nell'oscura e deviata 'La Cute Del Male', una composizione poetica dal gusto libertino che rivela l'amore che i REVENANT provano per gli scritti di De Sade. Il livello generale delle composizioni è buono ma in alcuni punti ho trovato 'Chaos Paradox' di difficile assimilazione, forse rendendo più lineari alcuni passaggi la musica dei REVENANT ne troverebbe giovamento e risulterebbe meno ostica. Per quanto riguarda la produzione non c'è appunto da fare, il suono è perfetto, limpido e potente come quello di ogni prodotto che esce dai Nadir Studios...ascolto obbligato!