DAMNATION ARMY - Tyrant

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1269 articoli.

2006 (Mascot Records/Edel Italia)

voto: 50

# PER CHI ASCOLTA: Black/Death, Dissection, primi Katatonia

Premessa: non avendo trovato alcuna informazione su internet, non so praticamente nulla di questa one man band svedese, se non che il suo leader è tale Thomas Nyholm, voce, chitarra, basso e batteria di questi mediocri Damnation Army. Il sound che esce dai solchi di questo "Tyrant" è un black/death giocato su mid tempos assolutamente non esaltanti. Non ho idea di cosa volesse ottenere il buon Thomas, però ho come la sensazione che l'esito finale volesse assomigliare ad un improbabile mix tra i Katatonia di "Brave Murder Day" e i Dissection dei tempi migliori (ormai andati), con un tocco progressivo di Opeth (quelli più primordiali però). Se così fosse, il risultato che ne verrebbe fuori avrebbe dello straordinario, in realtà "Tyrant" comprende sette tracce anonime, noiose, senza alcun guizzo interessante. 40 minuti di giri di chitarra senza infamia e senza lode, poche (quasi nulle) le intuizioni positive di Thomas, scarse le emozioni trasmesse poichè quello che manca a "Tyrant" è la verve: non ci sono linee di chitarra melodiche, ma non sono neppure belle toste e incazzate, sono piatte e ciò penalizza enormemente un disco in cui con un pizzico di sudore in più versato si sarebbe potuto anche salvare. Invece da non scartare qui c'è ben poco, se non la discreta voce di Thomas, troppo poco per consigliarne l'acquisto. Rimandati...

# MASSIMA ALLERTA: non pervenuto, mi sono addormentato prima...

# COLPO DI SONNO: lavoro che procede stancamente lungo tutta la sua durata...