ALLHELLUJA - Pain is the Game

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1270 articoli.

2006 (Scarlet Records/Audioglobe)

voto: 80

# PER CHI ASCOLTA: Death'n'Roll, Entombed, Xysma, Kyuss, Spiritual Beggars

Che goduria! A distanza di 15 mesi dal precedente "Inferno Museum", torna in pista la band che ha sconquassato il mondo lo scorso anno con quell'incredibile mix di suoni seventies, stoner e death'n'roll. Sì amici, gli Allhelluja sono ritornati, pronti ad incendiare il mondo con la loro miscela esplosiva d'insano rock'n'roll. Dopo gli ottimi responsi ricevuti in giro per il mondo e le gig a supporto di Down, Raging Speedhorn, Gluecifer e Black Sabbath, è arrivato il momento tanto atteso di gustarci il nuovo "Pain is the Game". 11 brani per 39 minuti, sono sufficienti a spazzar via ogni dubbio che l'eccellente qualità dell'album di debutto non è stato, dopo tutto, un caso. La band di Stefano Longhi, sempre coadiuvata alla voce dal vocalist degli Hatesphere, Jacob Bredahl (sempre meno in versione growl, molto più rock'n'roll), è più incazzata che mai: la prova che sfoderano i nostri è quanto mai di classe, grazie anche al supporto di Tue Madsen (The Haunted, Sick of it All) alla consolle. Il sound di questo nuovo lavoro del combo italo-danese, in linea di massima non si discosta più di tanto dai suoni grezzi e ruvidi del debut cd: le ritmiche sono più rabbiose e sostenute, il che è forse andato a scapito di quelle influenze più ipnotiche e psichedeliche che contraddistinsero l'esordio dei nostri. Tecnicamente la band si discute, così come il gusto per la melodia; ottima dicevo la produzione, sempre attenta a porre in risalto il basso, vero protagonista di questo "Pain is the Game". Se avete amano il debut della band, non potrete fare a meno neppure di questo secondo gioiellino; se non li conoscete e amate questo genere di musica, acquistatelo a scatola chiusa, tranquilli garantisco io per loro...

# MASSIMA ALLERTA: lo sporco flavour seventies che avvolge l'intero disco...

# COLPO DI SONNO: difficile da individuare...