AS I LAY DYING - Shadows are security

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: franz

Questo utente ha pubblicato 1269 articoli.

2005 (Metal Blade Records)

Uh che bello, finalmente mi trovo fra le mani il comeback dei californiani As I Lay Dying, band che deve la sua fortuna sicuramente a Dark Tranquillity e In Flames, in quanto proprio alle due band svedesi fa riferimento principalmente il sound degli statunitensi. Questo nuovo "Shadows are security" non aggiunge più di tanto alle produzioni precedenti della band, comunque sia, il prodotto si rivela assai valido: le melodie tipiche della scuola svedese si fondono con il thrash-metal core della scuola americana e quello che ne viene fuori è, come sempre, un lavoro di notevole fattura. Il nuovo assalto del quintetto, proveniente da San Diego, uscito per la Metal Blade, è quanto mai potente e dinamico; la produzione è ottima, a cura del sempre valido Andy Sneap (Machine Head, Nevermore e Testament), così com'è molto buono il songwriting. Una devastante sezione ritmica (ottima la batteria) ci accompagna dall'inizio alla fine dell'ascolto del cd, con rabbiose vocals che si alternano ad un cantato molto melodico e come non citare poi i pregevoli passaggi melodici che caratterizzano un po' tutto il disco. Che dire di più, sicuramente gli As I Lay Dying hanno colto ancora nel segno, regalandoci un nuovo lavoro di emozionante e granitico metal core, spruzzato dal flavour caratteristico dello swedish death metal. "Shadows Are Security" sarà disponibile anche in limited edition con un bonus DVD contenente la registrazione del concerto al Substage di Karlsruhe, in Germania, del 28 novembre 2004. Da notare, che il nuovo lavoro segna anche l'ingresso di tre nuovi elementi nella band, che sicuramente avranno apportato nuova linfa vitale al combo americano. Ottima prova ragazzi...

Voto: 75