Chiedi chi furono i Tages

Postato in Blog

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2699 articoli.

Beat-Club propone video interessanti relativi ad una band svedese di inizio anni ’60, i Tages. Ma chi furono?

Tages fu una rock'n'roll/psychedelic/folk rock band formatasi nei primi anni Sessanta nei pressi di Göteborg, in Svezia.

Il gruppo, formato nell'estate del 1963 come Tages Skiffle-Group da cinque giovani adolescenti nella fascia di età 16-17, il 17 agosto 1964 vinse un concorso pop, il "West Coast Beatles", organizzato dalla GT, che prevedeva come primo premio un viaggio a Londra.

All'inizio di quell'anno il gruppo aveva cambiato il suo nome in Tages e in ottobre pubblicarono il singolo “Sleep Little Girl”, che divenne un successo e finì nella Top Ten.

Seguirono diversi singoli importanti, tra cui “I Should Be Glad”, “Don't Turn Your Back”, “The One For You, So Many Girls”, “I'll Be Doggone”, “In My Dreams” e “Miss Mac Baren”.

“Every Raindrop Means A Lot” è stato il primo singolo di ispirazione psichedelica del gruppo è fu rilasciato all'inizio del 1967. 

 

 

Nel novembre dello stesso anno Tages pubblicò l'LP “Studio”. L'album negli ultimi anni è salito in cima a varie liste delle preferenze specifiche.

Nella primavera del 1968, Tages si trova nella Top Ten per l'ultima volta con “There's a Blind Man Playing Fiddle in the Street”.

Il 31 agosto 1968 Tommy Blom decise di lasciare il gruppo. Gli altri membri della band volevano continuare e nel giugno 1969 cambiarono il nome in Blond, che portò all'album “Blond- The Lilac Years”.

Evoluzione formazione: 

Tommy Blom - voce, chitarre, armonica (1963–1968)

Göran Lagerberg - voce, basso (1963–1969)

Danne Larsson - voce, chitarre (1963–1969)

Anders Töpel - chitarre, voce (1963–1969)

Freddie Skantze - drums, percussion (1963–1966)

Tommy Tausis - batteria, voce (1966)

Lasse Svensson - batteria (1967–1969)

 

 

Discografia: 

Tages (1965)

Tages 2 (1966)

Extra Extra (1966)

Contrast (1967)

Studio (1967)

Come Blond 

The Lilac Years (1969)