Year of No Light - Vampyr

Postato in Il Pozzo dei Dannati

Scritto da: Bob Stoner

Questo utente ha pubblicato 255 articoli.

Year of No Light Vampyr(Music Fear Satan, 2013)

Voto: 75

#PER CHI AMA: Ambient, Funeral, Dead Can Dance, Neurosis, Skepticism, Alcest

 

Il sestetto di Bordeaux ci ha inviato questo cd uscito nel 2013 per la Music Fear Satan. Una raccolta di ben 16 brani intitolata 'Vampyr' una colonna sonora per l'horror movie omonimo, divisa equamente tra drone music, dark ambient ed experimental dark metal. Si tratta quindi di un concept, in cui le tracce sono accomunate da un filo conduttore astratto, macabro e psicologicamente perverso. La band suona magnificamente, forte dell'esperienza maturata nelle numerose uscite discografiche che dal 2001 ad oggi non si sono mai fermate, tra split e full lenght. Bisogna arrivare alla quarta traccia per udire l'ingresso percussivo di una batteria tribale e liturgica contornata da suoni magistralmente tolti ai miglior funeral doom circolante oggi. Alla fine della settima traccia i nostri mostrano per un attimo i muscoli e lo fanno con il linguaggio dei Neurosis ma è solo un attimo perchè tutto torna evanescente, siderale, ghiacciato. La linea continua che lega tutte le traccia si cinge di queste caratteristiche per tutto il lavoro che risulta molto impegnativo, esasperato, intimo, profondo e drammaticamente affascinante. Una tristezza infinita spopola nella fantasia di chi ascolta, l'ombra degli Alcest si muove eterea ma qui è tutto più oscuro, cupo e underground, più credibile ed emotivamente esposto. Una grande colonna sonora che si divide in tanti piccoli atti, a volte affidati a feedback sonici iper perforanti, a volte synths catatonici e accenni ritmici, chitarre desolate che ricordano un Eric Draven depresso sopra il tetto di una cattedrale gotica. Traspare il gusto shoegaze in tutte le sue essenze e un certo rituale alla Dead Can Dance, ma i nostri oscuri musicisti sanno esattamente dove andare e lo fanno nel migliore dei modi, non dimenticano mai di essere una band di extreme metal alternativo come nella mastodontica triade finale di "Outremonde (Hièrophante)" oppure in "Profanation/Rèdemption" e in "Orèe". Gli Year of No Light ci annientano, cullando la voglia d'infinita oscura ricerca che risiede in tutti noi, identificandosi e raccontando di un eroe che tutti inconsciamente amiamo, il vampiro. Non esitate quindi, non mancate a questo appuntamento, fatevi mordere... è come scontrarsi con i propri fantasmi e rimanerne estasiati!