Jethro tull - Catfish rising (1991)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

Jethro tull Catfish risingLabel: Chrysalis

Issued: 1991

 

 

 

 

 

 

L'album la cui definizione più appropriata è "nient'altro da aggiungere" ripropone quel sound zz-straits collaudato e ben oliato nei due dischi precedenti, ma con un puntina in più di bluesettone (When Jesus came to play, Still loving you tonight e soprattutto il pesce gatto della copertina che fuoriesce direttamente dalle limacciose acque del delta del Mississippi), magari anche in acustico, che di questi tempi non guasta di certo (Roll yer own, Thinking round corners) e con due carichi piazzati su briscola di traverso che prendono il nome di Rocks on the road (quel'etnic-prog-jazz-folk-blues-ecc da cui germinerà il successivo Roots to branches) e This is not love (provate a stare fermi se siete capaci). L'appartamento di Occasional demons, la canzone che contende a Said she was a dancer il marknoflerino d'oro,  è stato senz'altro allestito dai facchini di Money for nothing (Well, you got a nice apartment here with appliances and CD / We're gonna leave your stereo, but we'll have your soul for tea).

 

Sì però avrei fretta: Rocks on the road / Still loving you tonight / This is not love