Mother love bone - Mother love bone (1992)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

mother love boneLabel: Stardog records

Issued: 1992

 

 

 

 

 

 

Prese opportune distanze dal surrealismo garage eroinofilo dell'era Green river (resta giusto qualcosa in episodi come Heartshine), i Mother love bone preferiscono concentrarsi sull'indagine archeologica dei riferimenti musicali: esangui e strafatti Led zeppelin in versione sleaze (Holy roller, il post-glam di Stardog champion e tutto il resto della compilation), un chitarrismo roccioso ma dinamico (il potente riff della deboluccia Come bite the apple è solo un esempio) successivamente esplorato nell'ispiratissimo tributo Temple of the dog, poi destinato a inabissarsi nella prima incarnazione Pearl jam e riemergere dall'altra parte, vale a dire nei Soundgarden di Badmotorfinger and on. Ma soprattutto un frontman necro-glam nell'estetica eppure vitalmente devoto ai principali riferimenti: Steven Tyler (Stargazer et al.) e Robert Plant (Bone china). Ascoltate questa sorta di opera omnia (Shine, 1989 + Apple, 1990), e soprattutto Crown of thorns mentre vi rendete conto che tutte le recensioni che trovate in rete enfatizzano l'indipendenza artistica dei M-L-B rispetto ai Pearl jam, senza sostanzialmente aggiungere altro e, di fatto, contraddicendosi. Tutte, compresa questa.

 

Sì però avrei fretta: Stardog champion / Stargazer / Gentle groove