The Human instinct - Pins in it (1971)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

The Human instinct Pins in itLabel: Pye international

Issued: 1971

 

 

 

 

 

 

Sonorità hard-psichedeliche d'oltreoceano (Pacifico, però) impallinate da lancinazioni hendrixiane proto-metalliche (l'intro di The vanishing song, il bridge di Pinzinet) alternate a tentennamenti blues (Duchess of Montrose, Play my guitar), morbidate folk-pop (il singolo Rainbow world e il suo retro Highway). Desta curiosità la sonnolenta cover della floydiana The Nile song, anche se francamente il verbo “destare” non è certo il più appropriato. Niente di nuovo, insomma, eppure il terzo album della più importante rock band neozelandese degli anni settanta è un travolgente gorgo psych-rock-blues che vi catturerà è ingoierà, rigorosamente in senso orario. Ascoltatelo ogni volta che qualche sapientino insiste per spiegarvi cosa diavolo è la forza di Coriolis.

 

Sì però avrei fretta: Pinzinet / The Nile song