Drive me dead - Who's the monster (2018)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

Drive me dead Who s the monsterLabel: autoproduzione

Issued: 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

La rutilante pop'tallica Freak apre l'album d'esordio dei romagnoli Mi farai morire più meno come Fuel apriva Reload dei Metallica. Nel prosieguo del disco, un punk n'roll farsescamente cinematografico, qualcosa che potreste degnamente collocare tra gli ultimi, straordinari, Social distortion (Between life and undeath) e quelle specie di emanazione massima di krautoficienza musicale che prende il nome di Bosshoss (Zombie don't run e A monster, the monster) con sporadiche escursioni nel melodic-clapclap vs. Green day (25th of December), nel groove-punk alla Rebel meets rebel (Your worst nightmare) o ancora nello speed and roll (l'ossequioso tributo a L. Kilmister di Lemmy's ghost). Breve e succinta analisi strutturalistica dei titoli, limitatamente ai sostantivi: monster, dead/death, zombie due occorrenze ciascuno; freak, ghost, nightmare una occorrenza ciascuno, tutti gli altri sostantivi quattro occorrenze in tutto, tra cui un nome proprio, peraltro quello dell'eminentissimo estinto di cui sopra. Copertina di Sergio Gerasi, apprezzato disegnatore, tra gli altri, di Dylan Dog.

 

Sì però avrei fretta: Between life and undeath / Your worst nightmare