Bush - Man on the run (2014)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

bush manontherunIssued: 2014

Label: Zuma rock records

 

 

 

 

 

 

Nel 2010 il Gwen Stefani del brit-post-grunge mette in pista la reunion più patinata di tutti i patinatissimi anni dieci della band più inessenziale di tutti gli inessenzialissimi secondi anni novanta. Non ne vedo la ragione, ma se vi dovesse capitare di sentire il secondo album dei Bush duepuntozero ci trovere esattamente ciò che vi aspettate, vale a dire quelle chitarre ruvide e pozzangherose e quel cantanto marshmallow-roco che ricordate di esservi sforzati di dimenticare a suo tempo. Pensare che nel novantacinque roba del genere facesse classifica in America sulla pellaccia esangue del malcapitato Cobain fa accapponare la tua, di pellaccia. Vent'anni dopo, per fortuna, fa soltanto ridere i polli britannici, notoriamente esigenti in termini di humour.

 

Sì però avrei fretta: Just like my other sins / Loneliness is a killer