Argus - Argus (1973)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

argusIssued: 2001

Label: Audio archives

 

 

 

 

 

 

Sonorità originali più meno quanto il nome della band che pescano tra i clichet del periodo con la stessa logica delle ochette del luna park: Blue oyster cult (Road of life), i primi Lynyrd skynyrd (Friend of mine), i Led zeppelin (Twenty four hours è un eufemistico omaggio a Since I've been loving you), fino ad arrivare con un po' di THC in corpo ai primi Black sabbath (Superstition). Le grezze bonus track dal vivo che ritraggono una differente band di nome Anaconda invece spifferano quanto un Ian Anderson d'annata su tessuti a tratti insolitamente funky. Il denominatore comune delle due band pare essere il dotato batterista Dave Wagstaffe. Ascoltate questo disco mentre cercate di ricordarvi come si fa a calcolare a mano la radice quadrata di quarantadue.

 

Sì però avrei fretta: Friend of mine / Take no chance