Il compleanno di Renato D'Angelo

Postato in Blog

Scritto da: MAT2020

Questo utente ha pubblicato 1941 articoli.
 
Compie gli anni oggi, 11 agosto, Renato D'Angelo, bassista del Banco del Mutuo Soccorso dal 1972 al 1978. Suona il basso in tutti i "capolavori" del gruppo, dal "Salvadanio" a ..."di Terra".
 
Renato nasce come chitarrista, ma diventa bassista, gioco-forza, dato che nel gruppo che stava creando con Francesco Di Giacomo e Pierluigi Calderoni (Le Esperienze) c'erano già due chitarristi, Nicola Agrimi e Gino Scondino.
 
La "legenda" narra che fece il suo debutto nel Banco nelle famose quindici serate in un albergo di Gallipoli, dove sostituirono i "Panna Fredda", ingaggiati in precedenza, raggiunti all'ultimo momento da Pierluigi Calderoni, ancora "titubante"... da lì nacque la storia del progressive italiano.
 
Personaggio poco appariscente, riservato, ma sempre disponibile e gentile, ha intrapreso una straordinaria carriera come imprenditore nel campo audio-luci, in occasione dei grandi eventi.
 
Buon compleanno Renato
 
Wazza
 
 
 
In occasione dell’ultima "Ormata Brancaleone" (il Banco incontra i fans..) abbiamo avuto il piacere di ospitare il mitico Renato D'Angelo, storico bassista dal 1972 al 1979.
 
Renato è una specie di "Pizzaballa", per i fans del Banco, vista la sua riservatezza...
 
Condivido quello che ci ha scritto, per il piacere di chi c'era, di chi c’è stato, di chi ci sarà...

 

 

 

 
Carissimo Aldo,
 
non puoi immaginare il piacere, la gioia, l'emozione che ho provato ad incontrare tutti voi.
 
Quasi impacciato all'incontro con Vittorio che non vedevo da tempo e che comunque non scambiavo così tante parole, pensieri, ricordi con lui e sopraffatto dall'emozione mi sono perso nella sua voce e con lui mi sono sentito trascinare in un vortice che mi ha portato al di fuori della realtà, a volte scordandomi della presenza di tutti Voi; e di questo vi chiedo scusa, ma quel feeling ritrovato in poche battute con quel compagno di sogni ed avventure mi ha completamente travolto. Mancava solo riprendere il fido Precision ed appoggiarvi le dita per trarne dei suoni e delle immagini già condivisi con lui.
 
Sono stato felicissimo anche per Rosi che, a differenza mia, ha incontrato sia Vittorio che Gianni ma in momenti a dir poco molto infelici. Invece in questa maratona fisica e culinaria ha potuto gustare gli amici di un tempo e non, con uno spirito completamente diverso e piacevole.
 
Mi dispiace esser andato via subito dopo il pranzo senza poter gustare l'ultima parte del programma, ma si era fatto tardi e a casa ho una mezza fattoria e tutti i miei cari animali mi reclamavano.
 
Porgi i miei ringraziamenti a tutto il fan club per la loro genuina felicità mostratami all'incontro, gioia che in effetti non avevo provato più da un po' di tempo e che mi ha piacevolmente colpito.
 
Un abbraccio forte forte
 
Renato D'Angelo