Seether - Isolate and medicate (2014)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1256 articoli.

Seether Isolate and medicateLabel: The bicycle music company

Issued: 2014

 

 

 

 

 

 

Da sei album a questa parte il songwriting di Shaun Morgan è emotivamente affidabile almeno quanto un vecchio e consunto plaid di flanella davanti a un camino pieno di ciocchi. La direzione rimane quella di un progressivo melodismo scandito da iconici e granitici riffoni grunge (gli attacchi, tra le altre, di My disaster, See you at the bottom) ai quali si affianca un cantato consapevolmente in scala di grigi, alla Layne Stayley per intenderci. Ma lo show business è per sua natura sincretico e il falegname di Pretoria, istigato dal vecchio volpone Brendan O'Brien, fa del suo meglio per conformarsi. Ecco quindi il falsetto nella fast-ballad pop-punk See damn life, i nu-lentoni Crash e Save today, il buffo bridge metalcore di Suffer it all e, sparsi qua e là, momenti giocosamente indie-pop (Nobody praying for me, per esempio, o quella irresistibile fotocopia pop di Smells like teen spirit che è il singolo Words as weapon) sideralmente distanti dall'overdose di nichilismo che era il genere formerly-known-as-grunge. Eppure ascoltando questo disco potrebbe capitarvi di pensare che era esattamente quello che ci voleva, con questa nebbia.

 

Sì però avrei fretta: Words as weapons