AA.VV. - Decameron: Ten Days in 100 Novellas – Part III

Postato in Yasta la Vista

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2239 articoli.
decameron ten days in 100 novellas part 3Seacrest Oy, 2016
 
 
 
Adoro tutto quanto proposto dalla Colossus, l’associazione progressive rock finlandese capace di opere monumentali che sono il frutto del coinvolgimento di artisti dislocati nei vari luoghi del pianeta.
Sono realmente impressionato dal lavoro di Marco Bernard, capace di proporre progetti complessi da definire, perché frutto di connessioni tra tessuti lontani nello spazio, e capace di accorciare ere differenti, come è accaduto recentemente con il lavoro di restyling di mondi passati con i suoi The Samurai Of Prog, propositori del magnifico “Lost And Found”.
Sono 4 i CD che compongono la terza e ultima parte del Decameron, accompagnati da un booklet sontuoso e di grande effetto - 64 pagine a colori - curato daEd Unitsky. Il mastering è di Tommi Liuhala.
Qualche fatto oggettivo rilevato dal comunicato ufficiale: sono 35 le band progressive che partecipano, provenienti da 13 differenti paesi. I brani realizzati sono 36, circa 278 minuti dimusica che vedono Bernard come regista principe.
Cospicuo il contributo italiano, rilevabile all’interno dei partecipanti:
 
Queste le band che hanno preso parte a Decameron III: Robert Webb, Ageness, Ellesmere & Pericle Sponzilli, JPL, Willowglass, Trion, Stella Lee Jones, Nexus, The Nova Mob, Elephants of Scotland, Jinetes Negros, Mauro Mulas, Latte e Miele, Oceanic Legion, Interpose, Court, Ars Ephemera, United Progressive Fraternity, Alex Grata, Il Tempio Delle Clessidre, The Rebel Wheel, Taproban, D’AccorD, Phoenix Again, Castle Canyon, S.A.L.U.E.N.A, Il Castello di Atlante, Fran Turner, Blank Manuscript, Ozone Player, Faveravola, Cirrus Bay, Marchesi Scamorza, Bornidol, Locus Amoenus, Castle Canyon.
 
Proviamo a dare una dimensione della copertura geografica dei partecipanti: Finlandia, Italia, Giappone, Francia, Inghilterra, Olanda, Argentina, USA, Canada, Austria, Russia, Norvegia, Spagna: una multinazionale al lavoro!
Ho ascoltato una prima volta le oltre 4 ore e mezza di musica tutto d’un fiato, approfittando di un lungo viaggio al volante, senza quindi poter leggere alcun credito, e ho così goduto della sintesi del mio mondo musicale preferito, quello che cambia ritmo e atmosfera ad ogni angolo, dove le cesellature classiche ammorbidiscono il duro rock e dove arpeggi acustici guidano cavalcate elettriche, e in questo piccolo/grande contenitore ho scoperto attori di cui non conoscevo l’esistenza che, in occasione di ulteriore ascolto, mi hanno portato alla ricerca di terre sconosciute, per effetto della curiosità e di quel sacro effetto domino che permette di scoprire ciò che è sconosciuto, realizzando immediatamente che la musica di cui non si sa è superiore a quella incamerata.
E così si incontra la classe e la qualità dei giapponesi Stella Lee Jones o il prog sorprendente degli americani The Nova Mob, così come la freschezza dei canadesi Ars Ephemera e la genialità espressiva degli argentini Jinetes Negros.
Massiccia, come già scritto la presenza italiana - 12 band - che vede gruppi storici e consolidati nel tempo alternati ad esperienze più recenti.
Un lavoro di squadra incredibile e una proposta di estrema qualità che assume aspetti didascalici per chi si avvicina solo ora a questo genere musicale, ma che può rappresentare una grande sorpresa anche per i più navigati.
Marco Bernard, all’interno della Colossus, ha una prerogativa, quella di far apparire semplici progetti dalle dimensioni gigantesche contraddistinte dalla grande qualità musicale, e la sua capacità aggregativa appare una competenza da cui occorrerebbe attingere.
Questa parte finale delDecameron dovrebbe essere nelle case di ogni amanti della musica - non solo progressiva -  e di chi volesse avvicinarsi a qualcosa da scoprire.
Un tempo accadeva proprio così… chi comprava l’ultimo vinile uscito lo metteva a disposizione della sua comunità, e la musica prendeva il volo, e per quell’ora di ascolto eravamo un tutt’uno.
Cofanetto da non perdere!
 

Decameron III è disponibile su www.seacrestoy.com e su vari distributori di musica progressiva in tutto il mondo.