TREMENDOUS - Relentless

Postato in Yasta la Vista

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2459 articoli.

TREMENDOUS RelentlessAutoprodotto, 2020

 

 

TREMENDOUS è il nome di una giovane band di Birmingham formata da Mark Dudzinski (chitarra/voce), Ryan Jee (basso) e Dave Lee (batteria).
 
Per la metà di maggio è prevista l’uscita del loro album di esordio, "Relentless",anticipato da un paio di video che fanno riferimento al progetto, e che presento a seguire.
 
Qualche curiosità sulla band, partendo proprio dal nome che trova spunto dal tormentone creato dal comico americano/cubano Joey Diaz, diventando slogan e brand del gruppo (https://www.youtube.com/watch?v=0aoCoIqO0nU).
 
I tre musicisti si incontrano nel 2011, ma iniziano a creare musica solo nel 2018, influenzati dal passato, quello che riporta ai T. Rex, David Bowie, Slade, Mott The Hoople, The Sweet ecc., cioè quello che nei seventies abbiamo imparato a chiamare “Glam Rock “che, tra Regno Unito e grandi città statunitensi - New York e Detroit -, abbinava musica “dura” ad un look curato e vistoso.
Quindi parliamo di una fotografia sonora che dal passato ritorna ai giorni nostri, con un po' di giusta “ruvidità” musicale mista a momenti delicati caratterizzati dalla melodia.
 
Anche i temi che propongono non calcano la mano, presentando quella “leggerezza” che fugge dal sociale e dall’impegno che ne deriva, preferendo ricercare la sollecitazione istintiva, quella che colpisce la sfera meno razionale.
 
Ho ascoltato in anteprima "Relentless", album dedicato ad un amico di Mark, il compianto Adrian Millar - deceduto nel 2006 -, manager dei britannici The Babys e noto per il suo lavoro con i Black Sabbath.
 
L'album, costituito da dieci tracce (circa 27 minuti in totale), è stato registrato in vari studi tra Londra, Birmingham e la Svezia, con un produttore importante come Gavin Monaghan (Kings Of Leon, Robert Plant, Grace Jones).
 
 
 
 
Si parte con “Like Dreamers Do” e tutti si chiarisce: lo sviluppo di una trama su cui predomina la melodia viene inciso dal fraseggio solista della chitarra sapientemente utilizzata da Dudzinski, e si materializza la colonna sonora di una scena adolescenziale che sa di antico, perché i “dreamers” esistevano ieri come oggi… fortunatamente.
 
“Open For Closing” mette in evidenza le qualità canore del leader, ma la coralità vocale riporta ancora indietro nel tempo, con semplicità ed efficacia. In altra epoca sarebbe stata sicuramente una hit!
 
 
 
 
L’inizio acustico di “Bag Of Nails” può trarre in inganno… per pochi secondi, quelli che servono a liberare l’energia e a dare un segnale di britpop che si spinge verso tempi musicalmente più recenti.
 
“Rock n' Roll Satellite” è il brano più lungo dell’album e propone una certa “durezza” che trova mitigazione nell’atmosfera sognante e rassicurante, tipica canzone da “back to the past”.
 
“Daniela” fa presagire una ballad sdolcinata, ma è un titolo che porta fuoristrada, perché in realtà siamo in pieno periodo punk… e qui si mette in mostra la sezione ritmica formata da Jee e Lee.
 
“Take A Good Look At My Good” colpisce immediatamente per certe sonorità che riportano la mente e il cuore alle trame di Lou Reed. E certe cose toccano e fanno male!
 
“Heart Sinker” è il pezzo utilizzato come ultimo avvicinamento al rilascio del disco, carico di ritmo e molto vicino al Bryan Adams anni ’90, ma ci si può fare un’idea ascoltandolo direttamente: https://www.youtube.com/watch?v=Kn3o6phuRWQ
 
“Fightin' To Lose” è rock allo stato puro, ma gli aspetti vocali indirizzano ad un modus espositivo molto “Green Day”, e garantiscono una certa modernità.
 
“Hell Is Only A Blessing Away” mi suona come un’altra sicura hit, una di quelle produzioni che tanto sarebbero piaciute al Bowie dei giorni migliori.
 
A conclusione la distopica “Copycat Killer”, rock & roll molto più tradizionale e di immediato ricordo… probabilmente un tormentone subito dopo il primo ascolto!
 
Un buon album di debutto per una band che, partendo da elementi storici, inventa una certa freschezza, facendosi tramite di quella voce giovanile che non si lascia condizionare dalla moda del momento, ma preferisce creare e proporre ciò che più ama, non tenendo conto dei paletti temporali che nel frattempo si sono issati.
 
"Relentless" uscirà il 15 maggio su tutte le piattaforme digitali.
 
Per ulteriori informazioni ecco i contatti:
 
Insta: @Itstremendous
Twitter: @Tremendousrocks
 
 
Brani:
 
Like Dreamers Do
Open For Closing
Bag Of Nails
Rock n' Roll Satellite
Daniela
Take A Good Look At My Good
Heart Sinker
Fightin' To Lose
Hell Is Only A Blessing Away
Copycat Killer