Franco Giaffreda - Apologia di un destino comune

Postato in Yasta la Vista

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2649 articoli.

Franco Giaffreda Apologia di un destino comuneNoiNessUNO Records, 2021

 

 

 

Sono passati due anni dall’uscita di "Gli strani giorni di NOInessUNO”, secondo album di Franco Giaffreda, ed ecco il suo ritorno all’atto discografico, in un momento certamente tra i più difficile per chi ha un ruolo in ambito musicale, qualunque sia la sua dimensione.

Il nuovo progetto si intitola “Apologia di un destino comune” e trae spunto dal drammatico momento in cui stiamo vivendo, fatto di rinunce, preoccupazioni, limitazioni e precarietà di ogni tipo di socializzazione.

Ma i momenti difficili forniscono stimoli alla creatività, o almeno alla riflessione spinta, e se si vive lo status di artista il passo successivo sarà quello di fissare per sempre i sentimenti che conducono alla creazione.

Nello specifico, Giaffreda elabora e racconta il disagio personale attraverso la storia di tre persone comuni, analizzando la loro vita prima e dopo l’avvento del Covid-19.

Recentemente mi è stato chiesto cosa mi stesse maggiormente pesando dell’attuale proposta musicale, nella mia veste di commentatore e ascoltatore: in primis la musica suonata a distanza, quegli pseudo concerti che prevedono che ognuno se ne stia sul proprio divano, musicisti e fruitori della musica. La seconda è l’impegno su di una produzione legata al singolo brano. Elementi probabilmente necessari alla sopravvivenza ma di cui farei a meno, conscio però del mio ruolo privilegiato.

Franco Giaffreda esce dalla logica su scritta e mi stupisce nuovamente, come avvenuto nella precedente occasione.

Abituato a vederlo in equilibrio tra il lavoro chitarristico nel Biglietto per l’Inferno e quello di frontman e flautista dei genesisiani Get'em out, ero rimasto spiazzato dalla genuinità e dalla varietà della sua proposta del 2019 e mi pare che sia proprio questo il fil rouge che permette di legare gli ultimi due suoi lavori.

“Apologia di un destino comune” è un album di rock puro, tradizionale, con tanto di ballad annesse. Esistono le sfumature prog - un DNA che non si può cancellare - ma l’immagine prevalente è quella del pop rock fatto, anche, di virtuosismo strumentale.

La cura delle liriche e del messaggio da veicolare supera la dimensione dello sfogo e della denuncia personale e descrive la perfetta situazione in cui identificarsi, perché a differenza di altre occasioni le esperienze che stimolano la creazione del musicista sono in comune con chi svolge il solo ruolo di “spettatore” e appare quindi più facile la comprensione e l’immedesimazione.

Tredici tracce suddivise su quasi 42 minuti di musica, con attimi strumentali - “2020”, durissimo rock che apre l’album e il frammento chitarristico (48 secondi) “Re-legati - e una serie di episodi che seguono la durata della forma canzone, eccezion fatta per la lunga “Sospeso fra le stelle” (7:39), viaggio onirico dal ritmo contenuto, dosaggio di atmosfera musicale, melodia e conduzione chitarrista “dolorosa” nei toni.

Difficile estrapolare un brano perché trattasi di album concettuale e ogni tessera del puzzle appare funzionale al progetto.

Si segnala un guest importante in “Incredibile realtà”, Michael Manring, che con il suo hyperbass impreziosisce brano e album.

In sintesi, un album che va goduto nel suo insieme, cercando di entrare in sintonia con musica e parole, seguendo l’iter evolutivo e trovando punti di contatto con le storie proposte.

E poi esiste la fruizione più libera e spontanea, quella che prevede la mera gioia di ascolto, quella piacevolezza che caratterizza l’intero disco.

Franco Giaffreda è artista poliedrico, polistrumentista, compositore e ha una bella voce: il suo “Apologia di un destino comune” attende solo la prova del live… perché prima o poi la nebbia sparirà!

 

 

DOVE ASCOLTARE IL DISCO:

 

ANTEPRIMA YOUTUBE: ascolta la premiere suYouTube  

YOUTUBE MUSIC: ascoltalo su YouTube Music

APPLE MUSIC: ascoltalo o compralo su AppleMusic

SPOTIFY: ascoltalo su spotify

TIDAL: ascoltalo su Tidal

 

 

LINK UTILI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.facebook.com/FrancoGiaffreda1

https://it.wikipedia.org/wiki/Franco_Giaffreda

https://www.youtube.com/channel/UCNUVKCN5OCuTq39bdnF-Bjg