Chupaconcha – Bestia Session (autoprodotto, 2010)

Postato in Yasta la Vista

Scritto da: emi.

Questo utente ha pubblicato 71 articoli.
 Torna con un nuovo progetto Gius Cobelli, dal suo domicilio catalano. Dopo l'esperienza coi Searcin' Guitar si tratta ancora una volta di un duo, ma stavolta il nostro passa alla tromba, lasciando le pelli a Giorgio Fausto Menossi. La presentazione che citava un misto fra Miles Davis e Led Zeppelin non faceva sperare granchè, ma per fortuna degli insopportabili tromboni inglesi non c'è traccia, sebbene l'atmosfera sia decisamente anni '70, anche se visti nell'ottica di un fumetto "What if..." della Marvel: cosa sarebbe successo se qualcuno 35 anni fa si fosse messo a suonare con sola tromba e batteria? Ontario, a scapito del nome, ha atmosfere africane che ricordano l'Ornette Coleman che duetta coi Master Musicians of Jojouka, Funk scimmione ha un incidere bandistico vivificato dalla beffarda risata del wah wah applicato alla tromba mentre Bestia, pezzo di chiusura nonché brano più interessante del lotto, è un lungo dub che si perde nell'infinito fra echi e riverberi. A dirla tutta, anche se il disco è piacevole, era forse lecito aspettarsi qualcosa di più, uno sguardo maggiormente contemporaneo alla materia che rendesse l'ascolto più intrigante, meno legato a schemi già utilizzati. Aspettiamo e vediamo, non è detto che le prossime prove non ci riservino qualche sorpresa.