MARILYN MANSON, 26 LUGLIO 2017 VILLAFRANCA DI VERONA

Scritto da: ammario

Questo utente ha pubblicato 14 articoli.

Che dire…il tempo passa per tutti, anche per il reverendo non fa sconti.
In barba a tutte le manifestazioni nazi cattoliche e alle veglie di preghiera, il reverendo ha lasciato il segno anche a Villafranca di Verona, ospitando 9000 dei suoi adepti.

Una location suggestiva come il castello di Villafranca faceva presagire a qualcosa di scenografico ed esagerato per la tappa nordica estiva di Marilyn Manson, invece uno scarso service e dei suoni alquanto penosi hanno rovinato una bella festa.
Dalla posizione del mixer dove stavo La voce si sentiva a fasi alterne, tanto da far pensare che Manson non avesse affatto voce; ho appurato successivamente che chi era quasi sotto al palco sentiva decisamente meglio i cantati e mi è stato confermato che ha cantato anche bene.

La scaletta, tra cambi di scena e di vestiti, ha fatto scorrere un' ora e mezza senza che ce ne accorgessimo, tanto che il finale di Coma White senza bis, senza salutare, ha lasciato l’amaro in bocca a molti.

Il reverendo blasfemo degli anni '90 non è più pungente e provocatorio come allora, i suoi fan un po’ meno, vedere tante suore sconsacrate e scosciate, fa scena, ma lui non ha osato molto.

Revelation #12
This Is the New Shit
mOBSCENE
The Dope Show
Great Big White World
No Reflection

Sweet Dreams (Are Made of This) (Eurythmics cover)
Disposable Teens
We Know Where You Fucking Live
Deep Six
The Beautiful People
SAY10
The Reflecting God
Irresponsible Hate Anthem
Coma White

Non mi pronuncio sul gruppo di supporto