Acuarela, il Blog

FINALMENTE UNA LEGGE CONTRO LA TRATTA DI PERSONE

Scritto da: Alessandro Lodi

Questo utente ha pubblicato 30 articoli.

 

 Lo scorso 8 di marzo la Camera dei Deputati cilena ha finalmente approvato una legge che prevede il delitto di traffico illegale di migranti e tratta di persone. La norma, approvata all’unanimitá, stabilisce meccanismi per prevenire e rendere piú efficace la lotta contro questo terribile crimine. La nueva legge recepisce finalmente e con un ritardo ingiustificabile, i trattati internazionali firmati dal Cile e soprattutto la Convenzione delle Nazioni Unite contro la Criminalità Organizzata Transnazionale.

Si stimano in circa 2,4 milioni le vittime a livello mondiale della “Tratta internazionale”, ovvero il trasferimento di una persona in un paese straniero mediante la forza o l’inganno. Il giro d’affari é stimato dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro in circa 32 miliardi di dollari, 85% dei quali provengono dal commercio sessuale.

Il Cile é un paese di origine, transito e destinazione della tratta di uomini, donne e bambini. Dentro ai confini nazionali molte delle vittime, di cui é difficile stimare il numero, sono donne e bambine che arrivano grazie a una falsa offerta di lavoro e sono poi successivamente obbligate a praticare la prostituzione o a svolgere lavori forzati nelle miniere del nord, nell’agricoltura o addirittura nel traffico di droga lungo il confine tra Bolivia e Perú. Si tratta per lo piú di donne e bambine provenienti da Argentina, Perú, Colombia, Paraguay, Bolivia, Ecuador e Cina.

 

L’approvazione della legge é il frutto di una lunga campagna che ha coinvolto molte associazioni e la societá civile.

Per maggiori informazioni:

http://www.campananoalatratadepersonas.blogspot.com/

http://www.ongraices.org/

Questa settimana riproponiamo l’intervista a Patricia Domingez, operatrice del Centro Remolino che lavora con bambini e bambine vittime dello sfruttamento sessuale nella Comuna della Florida a Santiago.