La strana storia dei Mellow Candle, eccezionale quanto incompresa band irlandese di fine ’60

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2764 articoli.

Mellow Candlefu un gruppo progressive folk rock, principalmente costituito da irlandesi; era inizialmente formato da ragazze molto giovani che vivevano in un convento di Dublino per il loro corso di studi: Clodagh Simonds aveva solo quindici anni e Alison Bools (in seguito O'Donnell) e Maria White sedici, ed erano quindi studenti nel momento in cui uscì il loro primo singolo, "Feelin' High", pubblicato nel 1968 dalla SNB Records di Simon Napier-Bell.

 

Nel 1972 la formazione si espanse per includere Dave Williams alla chitarra, Frank Boylan al basso e William Murray alla batteria. Con questa lineup pubblicarono il loro unico album, “Swaddling Songs” (Deram Records), che all'epoca non ebbe alcun successo commerciale. Nel corso degli anni, tuttavia, ricevette un notevole successo di critica e le copie originali in vinile sono diventate oggi molto preziose (ascolto fruibile a fine articolo).

 

 

La band non ebbe lunga vita: Boylan fu in seguito sostituito da Steve Borrill (ex-Spirogyra) e poco dopo la band si sciolse.

 

Il seguito…

Dopo l’epilogo Simonds collaborò con Thin Lizzy, Jade Warrior e Mike Oldfield; Boylan suonò con Gary Moore, mentre Murray contribuì agli album di Kevin Ayers, Amazing Blondel, Mike Oldfield e Paul Kossoff.

Nel 1991, "Silver Song" è stata reinterpretata dagli All About Eve come B-side di alcune versioni del loro singolo, "Farewell Mr. Sorrow".

Il 1996 vide l'uscita di “The Virgin Prophet”, una raccolta di materiale inedito della band, incluse le prime versioni di molte delle canzoni successivamente pubblicate su “Swaddling Songs”. Alcune di quelle sessioni videro la partecipazione di Richard Coughlan dei Caravan alla batteria, anche se le sue registrazioni non sono presenti in “The Virgin Prophet”.

Nel 1996, Simonds registrò “Six Elementary Songs”, pubblicato nel 1997 dalla Evangel Records di Tokyo.

Nel 1999, Simonds registrò una versione dell'ambientazione di Syd Barrett della poesia di James Joyce "Golden Hair" per l'album di Russell Mills, “Pearl and Umbra”.

Il 2006-7 ha visto la partecipazione di Simonds a un progetto musicale chiamato Fovea Hex, insieme a Brian Eno, Roger Eno, il compositore cinematografico Carter Burwell, Andrew McKenzie dell'Hafler Trio, Steven Wilson, Colin Potter (di Nurse With Wound), Robert Fripp, Percy Jones e altri. Sempre nel 2006, Simonds ha eseguito una versione di "Idumaea" per l'album dei Current 93 “Black Ships Ate The Sky”, e una versione di "Cockles and Mussels" per l'EP di Matmos "For Alan Turing".

Nel 2006, O'Donnell si è riunito con Dave Williams e Frank Boylan nell'album “Mise Agus Ise” a cui è seguito l'EP del 2008 “The Fabric of Folk on Static Caravan” (una collaborazione con la band folk / rock inglese The Owl Service), e il suo album di debutto da solista, “Hey Hey Hippy Witch”, pubblicato alla fine del 2009 su Floating World.

È opinione comune che i Mellow Candle furono un chiaro esempio di come spesso la storia non renda immediata giustizia e la gloria arrivi solo postuma.

Il giudizio a distanza di tanti anni è sintetizzato dal seguente pensiero: “Giovanissimi fautori di un raffinato e intelligente folk rock dalle venature celtiche e psichedeliche, tanto originale era la loro proposta musicale rispetto ai canoni dell’epoca, da risultare ai più, difficilmente fruibili”.

 

 

https://www.facebook.com/Mellow-Candle-102327701521645