Recensione inglese per "Transiberiana"

Postato in Blog

Scritto da: MAT2020

Questo utente ha pubblicato 1880 articoli.
 
In attesa dell'uscita dell'album "Transiberiana", nuovo lavoro del Banco del Mutuo Soccorso, la rivista inglese Prog UK (praticamente la bibbia del prog internazionale) fa una accurata" recensione del disco!
Finalmente hanno smesso di chiamare il prog italiano "Spaghetti rock", definendolo il progetto  "Un album che trascende il linguaggio".
La Transiberiana li ha "presi in pieno"!
Sotto la traduzione in italiano.
Wazza
 
BANCO DEL MUTUO SOCCORSO Transiberiana
 I maestri italiani fanno un ritorno trionfale
 
Tutto suona meglio in italiano. Anche un'attraente frase inglese come 'beautiful daughter of love' sale di un gradino quando viene presentata come 'bella figlia dell'amore’. Quanto di più, Banco Del Mutuo Soccorso. Non è certo facile da pronunciare, ma la sua traduzione in inglese, Mutual Aid Bank, non suona bene allo stesso modo. Questo nuovo album che il Banco ci offre dopo più di 25 anni è un'aggiunta molto gradita al Rock Progressivo Italiano" (Ndr. tutto ciò che è messo tra virgolette, sarà lasciato in italiano dall’autore). Infatti, essendo entrati per la prima volta in scena nel 1969, è come se Vittorio Nocenzi e la sua compagnia non se ne fossero mai andati via. 
 
 Un album che trascende il linguaggio.
 Per i vecchi fan del Banco e per i nuovi arrivati, Transiberiana - che usa il viaggio in treno intercontinentale come metafora della vita - contiene una varietà di tesori. Tracce come La Discesa Dal Trenoe L’assalto Dei Lupi,riportano alle vette e alle qualità tecniche dei loro contemporanei inglesi, come Yes e Gentle Giant. Gli anni successivi - grazie anche agli sviluppi stratosferici delle tecnologie delle tastiere - fanno sì che canzoni come I Ruderi Del Gulage la dark rock Lo Sciamanoabbiano un suono più cupo, industriale e contemporaneo. Si tratta di sviluppi affascinanti, ma c'è molto da amare anche negli elementi più morbidi, più latini e jazzy. Campi di Fragole è quasi incredibilmente romantica, un“bel canto”prog, che non sarebbe fuori posto in una calda serata in Piazza San Marco a Venezia. 
In definitiva, è difficile resistere al modo in cui il Banco riesce a tenere alta la loro sofisticata comprensione del prog classico - l'introduzione a Eterna Transiberianapotrebbe abbellire un album dei Tull dei primi anni settanta - con un'audace volontà latina di provare le emozioni. Dopo le misure tecniche in apertura, Eterna Transiberianadiventa una ballata dolce e coinvolgente. Il Grande Bianco”si distingue per l'uso di chitarra in loop e tastiera danzante per un effetto ipnotizzante e crea un soddisfacente senso di spazio e meraviglia. Merita di diventare il fulcro del loro live set.
Forse la migliore testimonianza della qualità di Transiberiana”risiede nel fatto che l'ascoltatore non ha bisogno di capire l'italiano per apprezzarlo. E' un album che trascende la lingua. Dopo aver perso due membri storici negli anni novanta, sembrava che il Banco Del Mutuo Soccorso si fosse preso una pausa dalla sua fase creativa (anche se non per i live). Transiberiana suggerisce il contrario. 
L'inclusione di due tracce live registrate nel 2018, tra le quali il classico Metamorfosi, testimonia la loro continua forza nei live, è giusto dire che questo album ha rinvigorito la band. Sulla prova di quanto offerto, sarebbe allettante chiedere al Banco Del Mutuo Soccorso di andare avanti “per sempre.
 
RACHEL MANN
 
Questa è la recensione uscita su Prog UK, una delle riviste più rinomate del mondo in materia di Rock progressivo