Cambrian - Mobular (2017)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1186 articoli.

Cambrian MobularLabel: Taxi driver records

Issued: 2017

 

 

 

 

 

 

Superata la (opportunamente breve) sciocchezzuola introduttiva Melt, una sorta di equivalente stoner del concetto di accordatura di chitarra, la successiva, straordinaria, Seaweed shaman convoglia gli intenti del disco in un modo che potrebbe ricordare certe cose dei We hunt buffalo così come potrebbe non farlo. Una chitarra aeriforme voluttuosamente floydiana-sì-ma-rigorosamente-pre-darkside e una sezione ritmica visibilmente concrezionale. La dicotomia elementale così codificata è destinata a propagarsi per l'intero disco, seppure con tinteggi marcatamente gilmouriani (cfr-tate Hooded mantanaut con Sorrow e Embryo) o ancora più marcatamente gilmouriani (Mobular potrebbe sostituire Marooned in una ipotetica reincisione sludge di The division bell o, ancor meglio, commentarne lo straordinario videoclip, ricorderete, girato a Prypjat), e nonostante certe mutevoli devianze post (le sensazioni post-tumultuose di The lethargic hours in quota Mogwai; Emperor seamount, una volta contratta, potrebbe chiudere un album dei Faith no more) emergenti nelle istanze finali del disco.

 

Sì però avrei fretta: Hooded mantanaut