Tony Ashton & Jon Lord - First of the big bands (1974)

Postato in Let It Bleed

Scritto da: Alberto Calorosi

Questo utente ha pubblicato 1301 articoli.

Tony Ashton Jon Lord First of the big bandsIssued: 1974

Label: Purple records

 

 

 

 

 

 

La maledizione, se poi di maledizione si tratta, è che la musica colta la godi un casino, sei pure dotato di una certa abilità col piano classico, però alla fine ti tocca fare il buffone sera dopo sera su un palco strimpellando motivetti classici e pestonando un incolpevole Hammond. Naturale che ti sfoghi come puoi. Per esempio imbastendo un progetto a cavallo tra hard, soul e funky assieme al buon vecchio Tony Ashton. Vi divertite a giocherellare arrangiando ottoni alla maniera dei soul man bianchi (Silly boy), generando groove quasi roots (Surrender me) o US-ballads da Highway 66 (Celebration), in bilico tra la tormentata Camminata sul lato selvaggio (Band of the Salvation army band), degli ipotetici Steppenwolf con ottoni (We're gonna make it) e i Thin lizzy di Whiskey in the jar (di nuovo Celebration). Niente di memorabile, ma se dovete attraversare la pianura Padana in furgone con l'aria condizionata rotta allora abbassate i finestrini e mettete su questo disco a palla.

 

Sì però avrei fretta: Ballad of Mr. Giver / Celebration