The Koobas, i Beatles mancati

Postato in Blog

Scritto da: Athos_Enrile

Questo utente ha pubblicato 2703 articoli.

Originariamente conosciuti come The Kubas, i The Koobas iniziarono a suonare a Liverpool nel 1964. L'anno seguente si trasferirono a Londra dove si unirono all'agenzia musicale gestita da Tony Statton-Smith.

Seguirono un viaggio ad Amburgo, un accordo con Pye e un tour con i Beatles prima che il quartetto firmasse con la EMI nel 1966. 

I The Koobas si sciolsero quando il loro album omonimo fu pubblicato, nel 1969.

 

 

I The Koobas furono un gruppo beat inglese di Liverpool. La loro musica - e la loro storia - è simile in qualche modo a quella dei Beatles, anche se non raggiunsero mai una popolarità diffusa.

Il gruppo fu fondato nell'aprile del 1962 a Liverpool da membri che avevano precedentemente suonato in gruppi locali, come i Thunderbeats e Roy Montrose and the Midnighters.  

Erano soliti usare sia il nome "Kubas" che "Koobas".

Alla fine del 1963 iniziarono a suonare allo Star Club di Amburgo, e lì rimasero per un periodo di tre settimane.

Tony Stratton-Smith, nel 1964, fece firmare loro un contratto con la Pye Records. Nel 1965, ebbero l’occasione di apparire nel film “Ferry Cross the Mersey” (come i perdenti in una battaglia tra band), ma la parte che li riguardava fu tagliata prima che il film uscisse.

Il loro primo singolo fu "I Love Her" (b-side "Magic Potion"), che non entrò in classifica, ma il gruppo aprì per i Beatles nel loro ultimo tour britannico e riuscì a supportare il singolo.

Nell'estate del 1965 suonarono, come band residente, nella Rock Ballroom di Butlin's Ayr, in Scozia.

Dopo le date con i Beatles, il gruppo fece tour in Inghilterra e attirò la curiosità della stampa che diede giudizi positivi, ma gli altri singoli non riuscirono a catturare il pubblico.

Nel 1966 passarono dalla Pye alla EMI Columbia Records, e l'anno seguente suonarono con gli Who al Savile Theatre, esibendosi poi al fianco di Jimi Hendrix in Svizzera.

Nel 1967 la band iniziò a cambiare il suo sound, passando dal beat e R&B alla psichedelia, e iniziò a scrivere materiale proprio.

Nel 1968 realizzarono una versione di "The First Cut Is the Deepest", scritta da Cat Stevens, ma furono oscurati dalla versione di P.P. Arnold, che entrò nella UK Singles chart Top 20.

Verso la fine del 1968 il gruppo si sciolse, proprio mentre la EMI-Columbia stava preparando l’uscita del loro primo LP omonimo, pubblicato poi all'inizio del 1969.

I The Koobas non entrarono mai nelle classifiche ufficiali delle vendite, ma la loro cover del successo di Gracie Fields, "Sally", arrivò fino al numero 21 nella stazione pirata Radio London's Fab 40.

Il batterista Tony O'Reilly si unì agli Yes nel settembre 1968, dopo la partenza di Bill Bruford diretto all'università, ma Bruford tornò nel novembre dello stesso anno e riprese il posto.

O'Reilly continuò a suonare brevemente con i Bakerloo.

Keith Ellis suonò in seguito con Van der Graaf Generator e Juicy Lucy, mentre Stuart Leathwood formò il duo Gary & Stu e in seguito suonò con March Hare.

L'intera produzione post-1966 del gruppo è stata ristampata su CD nel 2000 dall'etichetta Beat Goes On.

 

 

Membri della band

Roy Montrose - voce (aprile 1962-1962)

Stu Leathwood - chitarra ritmica, voce (aprile 1962 – settembre 1968; nato Stewart Anthony Leathwood, 1º aprile 1942, Rock Ferry, Cheshire morto il 31 gennaio 2004)

Roy Morris - chitarra solista, cori (aprile 1962 – settembre 1968; nato Roy William Morris, 18 aprile 1944, Birmingham)

Peter Williams - basso (aprile 1962 - ottobre 1964)

John Morris - batteria (aprile 1962-1962)

Kenny Cochran - batteria (1962 - ottobre 1964)

Keith Ellis - basso, cori (ottobre 1964 – settembre 1968; morto il 12 dicembre 1978)

Tony O'Reilly - batteria (ottobre 1964 -settembre 1968; nato Antony Richard Thomas O'Reilly, 19 aprile 1947, Liverpool)